Blitz con volantinaggio di Casapound al Poetto: “No ai venditori abusivi in spiaggia”

I militanti di Casapound Cagliari hanno affisso centinaia di manifesti nel lungomare del Poetto: “No merce contraffatta, no venditori abusivi: non finanziare la truffa e lo schiavismo”

I militanti di Casapound Cagliari hanno affisso centinaia di manifesti nel lungomare del Poetto, recanti il testo: “No merce contraffatta, no venditori abusivi: non finanziare la truffa e lo schiavismo. L’ obbiettivo è sia quello di denunciare questa pratica illegale – afferma Luca Sardara coordinatore cittadino del movimento – che raggiunge il suo picco ogni anno nel mese di agosto con l’aumento del numero dei turisti, sia quello di sensibilizzare i bagnanti e i frequentatori del lungomare a non acquistare prodotti contraffatti, per evitare di sostenere il commercio illegale di prodotti che vanno solo a danneggiare la nostra economia e che spesso affonda le proprie radici nella criminalità”.

” Casapound – conclude Sardara – continuerà a battersi in tutta Italia contro l’abusivismo che danneggia le economie locali e nazionali, portando l’attenzione su queste tematiche in modo da boicottarle sia grazie a un secco “no, grazie” da parte dei bagnanti, sia tramite l’intervento delle autorità preposte”.


In questo articolo: