Autista Arst picchiato a Sinnai, si era rifiutato di far salire una coppia di giovani

Le ipotesi di reato: interruzione di pubblico servizio, tentato furto, danneggiamento, violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e omissione di soccorso.

E’ accaduto ieri a Sinnai a conclusione di un’attività di indagine successiva all’aggressione subita in via Roma il 27 aprile scorso da un autista di autobus di linea dell’Azienda Regionale Sarda Trasporti (ARST). I carabinieri hanno identificato e denunciato un 24enne del luogo, disoccupato e noto ai carabinieri per vicende pregresse. A seguito di un’attenta visione e analisi dei filmati acquisiti dalle videocamere installate sul mezzo pubblico, è stato possibile raccogliere nei confronti della persona denunciata inequivocabili elementi di reità, quale materiale esecutore dell’aggressione in danno del conducente del mezzo pubblico. Nei confronti della persona denunciata all’autorità giudiziaria è stato ipotizzato il reato di interruzione di pubblico servizio, tentato furto, danneggiamento, violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e omissione di soccorso. Non è stato troppo difficile identificare l’autore dell’aggressione in quanto ben conosciuto dai carabinieri che hanno visionato i filmati. Quella mattina sull’autobus l’obliteratrice era in panne e il conducente stava controllando a vista i biglietti degli utenti man mano che questi salivano a bordo. Il giovane aveva esibito un biglietto per due corse con due timbri, era già stato del tutto utilizzato, e lui e la ragazza che lo accompagnava non avrebbero potuto salire a bordo. Ne è quindi nata una polemica tanto che il conducente ha deciso di scendere dal mezzo pubblico per chiamare i carabinieri. Il ragazzo a quel punto gli ha strappato il telefonino di mano e si è dato alla fuga, ma è stato raggiunto dopo pochi metri. Ha gettato allora per terra lo smartphone, frantumandolo. Il dipendente dell’ARST si è inchinato per raccoglierlo ed è stato colpito da un pugno al volto che gli ha spaccato gli occhiali e lo ha ferito. Un brutto evento che ha avuto però un’immediata risposta dei carabinieri. Il denunciato ha collezionato una serie di reati del tutto sproporzionata rispetto all’obbiettivo di scroccare una corsa su un autobus di linea e rischia ora una pesante condanna.


In questo articolo: