Anche le detenute hanno il diritto di sentirsi belle: una sera di moda dedicata a loro

Una serata il cui ricavato sarà devoluto per l’acquisto di materiale, attrezzatura e prodotti per il piccolo salone di Parruccheria della sezione femminile della Casa Circondariale di Cagliari-Uta

di Claudia Saba

Anche le detenute hanno il diritto di sentirsi belle! Con questo criterio nasce l’ evento “Rifiorire dalla radice”. Bellezza e armonia per offrire  solidarietà a chi, per motivi diversi, è stato meno fortunato nella vita o ha commesso degli errori.
É questo lo scopo della serata di beneficenza organizzata  dall’associazione culturale Mod’ Art e la scuola per parrucchieri Hair School di Francesca Piccioni e Giampaolo Deiana.
Una serata il cui ricavato sarà devoluto per l’acquisto di materiale, attrezzatura e prodotti per il piccolo salone di Parruccheria della sezione femminile della Casa Circondariale di Cagliari-Uta.
Uno spazio per offrire a chi sta scontando la sua pena un momento per sentirsi meno sola.
È un percorso iniziato il 20 luglio su iniziativa di Maria Grazia Caligaris con la sua associazione culturale Onlus “Socialismo Diritti Riforme”,
Iscritta nel Registro regionale del Volontariato nel 2009, conta una cinquantina di soci, svolge da 9 anni un’intensa attività a sostegno dei diritti dei cittadini. Organizza incontri informativi su problematiche sociali, salute, violenza contro le donne e offre sostegno a persone che si trovano in difficoltà.
La Parruccheria nella sezione femminile del carcere di Uta non gode di finanziamenti pubblici ma soltanto del 5 per mille, delle quote dei soci e della lotteria.
Si ha quindi bisogno di solidarietà. 
La serata di moda e spettacolo si terrà domenica 4 marzo alle 19,00 presso l’ Hotel Regina Margherita di Cagliari.
Sfileranno gli abiti delle stiliste: Maria Conte, Lauretta Podda, Staico Marinella, Angela Zuddas.

A fine serata ci sarà un assaggio di dolce per tutti offerto da uno sponsor.


In questo articolo: