Lotta all’abusivismo, a Cagliari e nell’Hinterland sequestrati 99mila prodotti pericolosi

Operazione della guardia di finanza contro l’abusivismo commerciale

Nel corso di attività a contrasto della commercializzazione di prodotti non sicuri e della contraffazione e abusivismo commerciale, le fiamme gialle del nucleo di polizia economico-finanziaria di Cagliari e della tenenza di Muravera e Sarroch, hanno eseguito cinque distinti interventi.

Nella prima operazione di controllo in un negozio di Sestu, hanno riscontrato che la merce veniva venduta in violazione delle norme contenute nel codice del consumo. I militari hanno trovato 98.019 articoli di cancelleria privi della corretta etichettatura. Nel secondo intervento, in un negozio di  Cagliari,  hanno trovato 347 articoli tra giocattoli ed accessori, privi del marchio “CE” e quindi non sicuri. Nei comuni di Villasimius e di Sarroch, nel corso di due distinti interventi, hanno sequestrato 408 articoli vari. In totale 99.009 prodotti sono stati sequestrati e i titolari delle attività sanzionati con una multa fino a 25 mila euro.

Lungo le vie del centro di Cagliari,  hanno invece individuato un cittadino extracomunitario di 37 anni intento a vendere 51 articoli tra accessori di abbigliamento e cd musicali. I primi, dotati di un elevato grado di fattura, sono apparsi abilmente contraffatti, mentre i secondi erano privi del marchio Siae imposto dalle normative vigenti. Dalla perquisizione domiciliare è emerso che l’uomo viveva in un’abitazione di un italiano senza un regolare contratto d’affitto. E’ stato denunciato.

E’ stato inoltre individuato un altro cittadino straniero che si è rifiutato di fornire le proprie generalità. Per lui è scattata la denuncia per il rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale. (f.m)