Massimiliano, storico pilota di Air Italy: “Perché la Sardegna non copia la continuità territoriale delle Baleari?”

Massimiliano Mascioni, 58 anni, ha all’attivo 17mila ore di volo: “Le compagnie aeree italiane non crescono e arrivano quelle straniere. Alla mia età, dopo essere arrivato in Sardegna da Varese, dovrò cercarmi un altro lavoro all’estero”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Diciassettemila ore di volo e, adesso, lo “schianto” sulla liquidazione improvvisa decisa da Air Italy. Massimiliano Mascioni, 58 anni, lombardo, vive in Sardegna dal 1987: “Ho cominciato con Alisarda”. Oggi, il patatrac della compagnia: “Purtroppo sto assistendo alla fine di tutto, qui in Italia le compagnie aeronautiche non crescono e, intanto, continua l’invasione di quelle straniere. Sarei dovuto andare in pensione tra quattro anni e mezzo, adesso dovrò cercare un altro lavoro all’estero”. Qui in Sardegna il pilota ha un figlio, però: “Se proprio dovrò andare lontano lo farò, anche se vorrei tanto restare qui” dice. “Purtroppo le compagnie assumono sino a 55 anni” e quindi, per tre anni, Mascioni risulta fuori quota.
Da pilota esperto, il 58enne dice la sua anche sul tema spinoso della continuità territoriale: “Perché la Sardegna non può copiare i modelli vincenti, per esempio, delle Baleari? Basterebbe avere un po’ meno modestia, lì i collegamenti aerei con la Spagna funzionano bene”.

In questo articolo: