Addio videoteche a Cagliari, settore “ucciso” da internet

Scompare la mania dei film a noleggio, schiacciati da internet e tv on demand

C’erano una volta le videoteche e le ore passate sul divano a guardare un bel film appena noleggiato. Il settore è ormai al tracollo anche a Cagliari, dove le videoteche chiudono i battenti una dopo l’altra. “Un tempo si lavorava bene – racconta Rino Porcu, per sedici anni titolare di due videonoleggi in città, in via Pessina e via della Pineta – Ma l’avvento di internet ha decretato l’inizio della fine per l’intero comparto del videonoleggio”.

Il boom negli anni Novanta con le storiche videocassette. “I prezzi erano accessibili – ricorda Rino Porcu – e la gente era invogliata a noleggiare i film da guardare comodamente in casa. Ai tempi il mondo del cinema aveva ancora un certo fascino. Poi sono arrivati i film in dvd che hanno portato un calo delle vendite, ma si continuava comunque a lavorare senza andare in perdita: per noleggiare un film si potevano spendere anche solo 50 centesimi. Il bello di questo lavoro era anche il rapporto che si instaurava con i clienti, che negli anni sono diventati amici e confidenti”. Poi l’avvento di internet, dove la prateria impazza e i film vengono scaricati gratis, e della tv on demand che permette di vedere un po’ di tutto a qualsiasi ora. “Una concorrenza difficile da sbaragliare – dice Porcu – Nel 2007, dopo sedici anni di fiorente attività con ‘Videononstop’, abbiamo gettato la spugna, oltretutto distruggendo tutto il materiale a nostre spese”.


In questo articolo: