A Quartu l’estate solidale: sport e giochi gratis al mare per i ragazzi disabili e poveri

Educatori e allenatori pronti, al Poetto, per far divertire tanti giovani bisognosi. L’iniziativa dell’associazione Giocaus Impari: “Un’occasione d’oro per promuovere anche la cultura dell’integrazione”. Iscrizioni già aperte, tutti i dettagli

Sport e solidarietà in riva al mare. E divertimento, soprattutto, per i ragazzi diversamente abili e poveri. È ufficiale, a Quartu aprirà il primo camp estivo per giovani che vivono situazioni di difficoltà. L’iniziativa, promossa dal Comune e dall’associazione Giocaus Impari, insieme all’aiuto della Fondazione di Sardegna, partirà il prossimo venti giugno e durerà sino ad agosto. Fitness, giochi e, ovviamente, nuotate, saranno il refrain quotidiano nello stabilimento Passaggio a Nord Ovest: “Un’occasione d’oro per promuovere la cultura dell’integrazione, che si concretizzerà quotidianamente, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 11:30”, spiega Carlo Raccis, presidente di Giocaus Impari. “Non ci saranno limiti territoriali, potranno iscriversi anche ragazzi che non vivono a Quartu Sant’Elena. Il nostro obbiettivo è potergli regalare svago e serenità, sempre sotto il coordinamento del nostro staff e degli educatori. Chiediamo anche ai cittadini che volessero darci una mano di farsi vivi, l’iniziativa è totalmente benefica”.
Non ci sono limiti alle iscrizioni: “La spiaggia è grande, potremo ospitare anche centinaia di ragazzi. Chiunque volesse avere informazioni o iscriversi può farlo semplicemente inviando una email al seguente indirizzo: [email protected]“.


In questo articolo: