A Quartu contagi in aumento ma niente mascherine obbligatorie: “Più controlli della Municipale, tutti devono essere responsabili”

L’aumento dei positivi, 78, e il super green pass in arrivo non porteranno grossi cambiamenti in città nel periodo natalizio, il sindaco Milia: “Rafforziamo i controlli ma tutti i cittadini devono contribuire nella battaglia contro il Covid”

Contagi in aumento da giorni, l’ultimo dato parla di 78 positivi, ma a Quartu Sant’Elena non ci sarà nessuna stretta legata all’utilizzo obbligatorio delle mascherine all’aperto nel centro storico e durante lo shopping natalizio. A confermare una linea, chiara e “soft”, è lo stesso sindaco Graziano Milia. Con l’entrata in vigore del super green pass dal 6 dicembre cambierà radicalmente la vita dei non vaccinati. Ma il senso e il messaggio principale che vuole dare Milia in questo periodo delicato è uno, principalmente: prudenza. Nei prossimi giorni ci sarà un vertice con le Forze dell’ordine per stabilire un piano concreto di azione e di interventi volti a far rispettare le regole imposte dal Governo per arginare la diffusione del virus: “Dovremo verificare la necessità di rafforzare i controlli che già effettuiamo con gli agenti della Municipale”, spiega il sindaco. “C’è però la necessità che tutti partecipino a questa battaglia”, cioè quella contro il Coronavirus, “non può essere demandata ad altre autorità. Le istituzioni devono fare sino in fondo la loro parte, ma come tante volte ognuno di noi, singolarmente, deve dare il proprio contributo”.

 

 

Insomma, l’invito chiaro è alla “responsabilità singola” per evitare focolai o un crescente aumento dei contagi.


In questo articolo: