La variante Sudafricana del Covid terrorizza il mondo: ha 32 mutazioni e può sfuggire ai vaccini. Voli chiusi e borse a picco

Il ministro della Salute Speranza ha firmato un’ordinanza per blindare l’Italia stoppando gli arrivi da 7 Paesi, come aveva già fatto la Gran Bretagna seguita da Israele. Secondo gli esperti, è una delle varianti peggiori viste finora, aggressiva e rapida nel diffondersi

La variante sudafricana del Covid, con le sue 32 mutazioni probabilmente capaci di beffare il vaccino, spaventa anche l’Italia che prova a blindarsi per evitare che la situazione, già complicata con il passare delle ore, diventi disastrosa. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un’ordinanza che vieta l’ingresso in Italia da Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Eswatini, come già ieri aveva fatto la Gran Bretagna e oggi Israele. “Seguiamo la strada della massima precauzione”, spiega il ministro.

Gli esperti hanno descritto la variante, nota come B.1.1.529, “una delle peggiori viste finora” visto che potrebbe ‘bucare’ l’immunità dei vaccini. Al momento non ci sono casi confermati in Gran Bretagna, mentre sono 59 quelli identificati tra Sudafrica, Hong Kong e Botswai. Si teme anche che la nuova variante “possa essere più trasmissibile” rispetto al ceppo delta dominante e che “i vaccini che abbiamo attualmente siano meno efficaci”. Attualmente identificata come B.1.1.529, sarebbe la causa del boom di casi registrati in Sudafrica, in particolare tra la popolazione giovane nella provincia di Gauteng, la più ricca del Paese, che avrebbe visto un “drammatico aumento” di casi, come ha dichiarato il ministro sudafricano della Sanità Joe Phaahla.

“Questa nuova variante ha molte, molte più mutazioni”, tra cui “più di 30 alla proteina spike che influenza la trasmissibilità”, ha spiegato Tulio de Oliveira, del Network for Genomic Surveillance in Sudafrica. “La variante si sta potenzialmente diffondendo molto velocemente. Ci aspettiamo di iniziare a sentire la pressione sul sistema sanitario nei prossimi giorni e settimane”.

La situazione in Europa e la nuova variante del Covid segnalata in Sudafrica spaventano le borse asiatiche. A Tokyo l’indice Nikkei arriva a cedere fino al 3% assestandosi poi attorno alle 6 ora italiana al -2,44%.


In questo articolo: