Multa cicoria, i testimoni: "Sardi sanzionati, senegalesi ignorati"

Coro di proteste fra i testimoni della multa al mercato da 5mila euro al venditore di cicorie. Il sindacalista Gianfranco Angioni: "Il sindaco annulli questa multa, a fianco c'erano decine di senegalesi che vendevano merce contraffatta in spregio a tutte le norme" 

Autore: Jacopo Norfo il 16/01/2016 13:53


Multa cicoria, i testimoni: "Sardi sanzionati, senegalesi ignorati"

 Multano i cagliaritani, ignorano gli stranieri: coro di proteste a Cagliari fra i testimoni dell'incredibile multa di oggi nei pressi del mercato di San Benedetto. Dove un sardo ha subito la multa di 5mila euro perchè vendeva in strada alcuni mazzi di cicoria. Gianfranco Angioni, sindacalista Cils Fp, racconta: "Uscivo dal supermercato e sul marciapiede un ragazzo aveva due cassette con alcuni mazzetti di cicoria selvatica (erba selvatica che cresce nei campi d'inverno) nessun prodotto da poter fare concorrenza a nessuno. Pensavo l'avessero allontanato invece gli hanno messo 5.000 euro di multa. Considerato che nei paraggi vi sono decine di senegalesi che vendono la loro merce in spregio a tutte le norme, trovo assurdo che ci si accanisca con un povero ragazzo rovinandogli il futuro. Il mio auspicio è che il sig. Sindaco Massimo Zedda faccia annullare immediatamente questa sanzione così esagerata".

Sulla stessa lunghezza d'onda Andrea Porcu: "Ero presente al momento in cui il ragazzo é stato multato, a pochi metri da lui c'era un ragazzo di colore che vendeva delle borse false, non è stato nemmeno guardato, però è giusto multare un sardo che vende cicoria per vivere? Allora a posto così". 





TAGS:  cagliari   multa   cicoria