Yuri Marcialis: “Cagliari non sarà capitale europea dello sport”

L’assessore allo Sport precisa: “Non abbiamo le credenziali per quel titolo. Speriamo invece di poter diventare semplicemente città dello sport”

“Cagliari non può essere candidata a capitale europea ma bensì a città”. L’assessore allo Sport Yuri Marcialis, puntualizza la candidatura di Cagliari a città europea dello sport: “Per la candidatura a capitale è necessario essere capitale di Stato o avere almeno 500mila abitanti”. Qualche ultimo step e Cagliari potrebbe diventare città dello sport. La candidatura, presentata qualche settimana fa, è gestita da una associazione autorizzata dalla Commissione Europea. Il comune, attraverso varie fasi, presenterà un dossier entro marzo e ad aprile una commissione di cinque componenti. In autunno verranno infine pubblicati gli esiti e le graduatorie. Gli elementi che l’ associazione terrà in considerazione riguardano il coinvolgimento dei cittadini e quello dello sport di base e sociale. Il comune è intervenuto per ristrutturare gli impianti sportivi presenti e renderli agibili. Inoltre, nei prossimi messi, verranno sviluppati alcuni progetti per invogliare i cittadini a praticare lo sport all’aria aperta, attraverso aree attrezzate per lo scopo, non solo per i grandi ma anche per i più piccoli. “Cagliari, grazie al suo clima mite e al suo ambiente si presta bene per raggiungere questo obiettivo”, afferma il sindaco Massimo Zedda.


In questo articolo: