Vola l’inquinamento atmosferico a Cagliari, Todde contro Truzzu: “Non sa gestire l’ambiente in città e vuole farlo in tutta la Sardegna?”

“Cagliari è l’unica città del sud d’Italia che presenta lo stesso livello di polveri sottili di città come Brescia e Mantova. Non è un tema da poco, perché le polveri sottili causano in Italia circa 70.000 morti ogni anno. E dal 2019 al 2023, anni del governo di Truzzu, risulta notevolmente peggiorata. E ora vuole governare l’ambiente in Sardegna?”.

“Cagliari è l’unica città del sud d’Italia che presenta lo stesso livello di polveri sottili di città come Brescia e Mantova. Non è un tema da poco, perché le polveri sottili causano in Italia circa 70.000 morti ogni anno”. Alessandra Todde, candidata del M5 Stelle, alle prossime regionali per il campo largo, attacca il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu, dopo i dati poco lusinghieri per il capoluogo pubblicati sul report pubblicato nell’ambito della campagna Cleancities di Legambiente: “Ma l’aria di città – luci e ombre dell’inquinamento atmosferico nelle città italiane”.
“Il secondo dato allarmante”, aggiunge la Todde, “è che se si analizza il valore medio annuale dell’inquinamento dell’aria di queste città dal 2019 al 2023, Cagliari risulta notevolmente peggiorata.
Mi chiedo se Truzzu, che ha governato la città negli ultimi 5 anni, sia al corrente di questi dati e di questa situazione e cosa abbia intenzione di fare. Esiste nel suo programma per la Sardegna una voce qualità dell’ambiente? Ha chiare in mente le azioni da intraprendere per riportare i valori alla normalità e tutelare la salute dei cittadini?
Davvero qualcuno può desiderare di lasciare che l’ambiente di tutta la Sardegna venga gestito da chi non è stato in grado di gestire neanche quello della sola città di Cagliari?”


In questo articolo: