Vittorio Maullu, il caso del 58enne cagliaritano scomparso da Asuni finisce a “Chi l’ha visto?”

Un mese di misteri dietro la scomparsa dell’ex poliziotto penitenziario, la trasmissione di Rai 3 dedica uno speciale in prima serata. L’avvocato Piscitelli: “Troppe ombre, ha avuto un processo per una lite avvenuta con un detenuto ma non ne ha mai parlato con la famiglia”

Che fine ha fatto Vittorio Maullu? Dopo i parenti e gli amici se lo chiede anche la trasmissione tv di Rai 3 “Chi l’ha visto?”, che stasera dedicherà un servizio speciale sul 58enne scomparso, quasi un mese fa, da Asuni. L’ultima traccia ufficiale è un sms inviato alla moglie la mattina del 16 dicembre: “Ciao”. Poi, più nulla: la sua auto è stata trovata chiusa e in ordine, ma di Maullu nessuna traccia. Le ricerche, durate giorni, sono state sospese. Ma la famiglia, in primis la moglie e i figli, non credono ad un allontanamento volontario: “Temo che a mio marito sia successo qualcosa di brutto, che qualcuno gli abbia fatto del male. Nell’ultimo periodo ha ricevuto strane telefonate”, queste le parole di Redentina Murgieri, sposata con Vittorio Maullu da trentacinque anni.
“Ci sono troppe ombre, Maullu era una persona estremamente riservata, anche con la sua famiglia. È comparso ad un processo legato ad un diverbio avuto, qualche anno fa, con un detenuto”, spiega l’avvocato Gianfranco Piscitelli. “Non vanno assolutamente spenti i fari su questo caso di scomparsa”. 


In questo articolo: