Via Seruci in balia del degrado, i residenti: “Servono lavori urgenti”

Disabili senza ascensore, fili elettrici scoperti, infiltrazioni d’acqua sono alcuni dei problemi

Dieci disabili sono senza ascensore, poi fili elettrici scoperti e l’acqua piovana che entra nei diversi appartamenti, perché di fatto sul tetto mancano totalmente guaina e isolanti; oltre ai disabili, ci sono bambini e adulti che convivono con la muffa nelle camere dovuta alle piogge. Sono soltanto alcuni tra i problemi più comuni e sicuramente più urgenti da risolvere, nella palazzina popolare situata al civico 4 in Via Seruci, dietro il mercato di via Quirra. Poi, ci sono topi e blatte, gli immancabili liquami fognari che allagano i giardini e cortili interni ed esterni, palme malate e pronte a cadere, sporcizia e degrado, come sempre, quasi fossero “fotocopie-icone” del quartiere.

E ancora le siringhe dentro i condomini, muri e soffitti scrostati, appartamenti-tuguri in cui abitano persone, famiglie oneste. Sì, perché nominare via Seruci non deve indurre a pensare come fosse la via d’accesso al supermarket della droga: qui c’è di tutto, spaccio e micro-spaccio soprattutto, ma abitano anche persone che pagano l’affitto al Comune (oneste e che lavorano dignitosamente) e aspettano da tempo interventi di manutenzione che non arrivano: «I problemi non sono soltanto i nostri –dicono i residenti del Civico 4, in via Seruci – partendo da Via Is Mirrionis (case parcheggio), incrocio in via Timavo e via Trincea dei Razzi ad esempio la situazione non è delle migliori». Intanto, come fa osservare celermente il consigliere comunale, Gianni Chessa, i sopralluoghi, da parte dei tecnici del Comune, sono stati fatti già da tempo: «E si spera – aggiungono gli abitanti – possano urgentemente seguire i fatti, con i lavori e gli operai che non si vedono purtroppo da molto, molto tempo». Alessandro Congia