Università di Cagliari: “L’obiettivo è migliorare i punti di forza”

Le dichiarazione del rettore Maria del Zompo dopo la notizia del crollo dell’Ateneo cagliaritano nelle classifiche nazionali secondo Il Sole 24 Ore

L’Università di Cagliari tra le peggiori in Italia secondo l’indagine condotta da Il Sole 24 Ore: 59esima su 61 Atenei totali. “Ogni testata stila le sue classifiche e spesso, pur utilizzando gli stessi dati ministeriali, ottiene risultati molto diversi, non sempre spiegati bene nel dettaglio – precisa il rettore Maria Del Zompo – Quanto alla ricerca, ad esempio, Cagliari è recentemente rientrata nello “Shangai Ranking”, che valuta gli atenei di tutto il mondo con parametri da academic ranking. La graduatoria Censis-Repubblica, invece, nell’ultima valutazione, in forza dei vari parametri ha inserito l’Università di Cagliari al nono posto tra gli atenei medio-grandi”.

Obiettivo migliorare i punti di forza dell’Ateneo per scalare le classifiche nazionali. “Credo sia importante entrare nel merito valutando la qualità degli indicatori considerati e il loro progressivo miglioramento – aggiunge Del Zompo – Da questo punto di vista Cagliari ha deciso di dotarsi di un sistema di monitoraggio, trasparente e scientifico, fatto di indicatori chiave su didattica, ricerca e internazionalizzazione, ma anche di alcuni parametri qualitativi che vengono tra l’altro inviati periodicamente al Ministero. Questo ci consentirà di tenere la situazione sotto controllo e migliorare i nostri punti di forza e intervenire tempestivamente sui punti di debolezza”.


In questo articolo: