Tuvixeddu, Sanna (FDI): “Serve un accordo tra pubblico e privati”

Dopo l’allarme lanciato dal Sovrintendente Minoja

“Il degrado dell’area di Tuvixeddu non è una novità, e Fratelli d’Italia, con il suo esponente cagliaritano, lo sta denunciando da mesi: il Colle è in stato di abbandono e nuovamente vittima dell’incuria”. Lo  afferma Matteo Sanna, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio Regionale, commentando le affermazioni del Sovrintendente Minoja sulle condizioni dell’area di Tuvixeddu

 “Il Parco e il destino del Parco – continua Sanna – fu affondato dalla demagogia dell’allora Presidente Soru, sordo a qualunque tipo di accordo, siglato dall’allora Amministrazione Comunale cagliaritana. A quest’ora forse avremo avuto un Parco Archeologico di diversi ettari.

Non voglio però alimentare polemiche ma credo che la soluzione sia quella di convocare un tavolo per iniziare una nuova collaborazione tra pubblico (Comune, Regione e Sovrintendenza) e privati interessati.  

L’area di Tuvixeddu, costituisce un’importante e fondamentale risorsa culturale e turistica per la nostra Isola, non solo per il Capoluogo, uno sbocco per i tanti operatori dei bene culturali – conclude l’esponente del Movimento di Fratelli d’Italia – questa importante opportunità puo’ nascere se non si demonizza il privato. Un accordo si puo’ e si deve trovare”.