Tentano di imbarcarsi a Olbia aggrappati sotto i camion della frutta: fermati 6 migranti

Erano fuggiti da un centro di accoglienza del sud Sardegna: individuati dalla Finanza sei giovani migranti che tentavano di salire su una nave passeggeri diretta nella penisola nascosti tra gli assi di due camion frigo pronti a imbarcarsi, incuranti del grave rischio per la propria incolumità

Tentavano il viaggio verso la penisola aggrappati sotto due camion della frutta in partenza dal porto di Olbia: scoperti sei migranti.

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Sassari, nell’ambito dei servizi di controllo economico del  territorio, ha di recente rafforzato il presidio strategico nel porto di Olbia-Isola Bianca attraverso l’intensificazione delle attività di monitoraggio e controllo di persone ed automezzi in partenza e in arrivo.

 

Proprio durante uno di questi servizi, la sera del 24 novembre 2021, i militari delle Fiamme Gialle del Gruppo di Olbia hanno individuato sei giovani migranti che tentavano di salire su una nave passeggeri diretta nella penisola nascosti tra gli assi di due camion frigo pronti a imbarcarsi, incuranti del grave rischio per la propria incolumità.

 

I militari operanti hanno quindi accompagnato i sei giovani, fortunatamente tutti incolumi, presso la sede del Comando dove sono stati svolti gli accertamenti di rito volti alla verifica dell’identità, della provenienza e della condizione giuridica. Si è appurato in questo modo che i fermati si erano allontanati da un centro di accoglienza del sud-Sardegna, dove erano ospitati a seguito del loro rintraccio conseguente all’ingresso illegale nel territorio nazionale avvenuto via mare nel litorale sud-occidentale dell’isola.

 

Al termine delle operazioni i migranti sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria di Tempio Pausania per la violazione del Testo Unico sull’immigrazione e rilasciati con l’invito a presentarsi presso il competente Ufficio Immigrazione.

Nessun provvedimento è stato adottato nei confronti dei camionisti, risultati del tutto ignari della presenza dei migranti aggrappati sotto i propri mezzi.

 


In questo articolo: