Svolta green a Selargius: entro dicembre le prime 5 colonnine di ricarica per auto elettriche

Quattro in paese e una a Su Planu. Domani inizieranno i lavori. Il sindaco Concu: “Un futuro che non può prescindere da una mobilità alternativa ed elettrica, finalizzata ad abbattere l’inquinamento atmosferico e attenta all’ambiente in cui viviamo che noi stessi abbiamo il dovere di proteggere”. Prossimo obiettivo, il car sharing

La svolta green è ufficialmente partita: entro la fine dell’anno anche Selargius avrà le prime postazioni per la ricarica delle auto elettriche. Cinque per la precisione: in via Istria (davanti al Comune), nel parcheggio del campo sportivo Generale Porcu, in piazza Don Piras, in piazza Alessandro Pibiri e una a Su Planu, in piazza Boiardo. “Con l’avvio dei lavori necessari per la realizzazione degli impianti, previsti per domani, compiamo un primo importante passo lungo il cammino che consentirà a tutti noi di sposare pratiche sostenibili, che sono certamente le basi del futuro che auguriamo a Selargius”, commenta il sindaco Gigi Concu. “Un futuro che non può prescindere da una mobilità alternativa ed elettrica, finalizzata ad abbattere l’inquinamento atmosferico e attenta all’ambiente in cui viviamo che noi stessi abbiamo il dovere di proteggere”. Si inizia domani, dall’area adiacente al campo sportivo di via della Resistenza, con gli scavi che richiederanno l’istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata dalle 7,30 alle 19,30, “un piccolissimo disagio decisamente sopportabile in vista dei benefici futuri di cui potrà godere tutta la comunità”, osserva il primo cittadino. A seguire si procederà in tutti gli altri siti individuati, con la conclusione delle opere prevista a Su Planu, con l’arrivo degli operai in piazza Boiardo programmata per il 16 e il 17 dicembre, giorni in cui entrerà in vigore il medesimo divieto. Un investimento verde a costo zero per l’Amministrazione selargina: le opere rientrano infatti nel protocollo d’intesa firmato da Enel X con la Regione, che prevede l’installazione di oltre mille colonnine nelle principali città sarde e nei comuni della Città Metropolitana di Cagliari, assegnate in base al numero di abitanti. Ma intanto si pensa già anche al car sharing: “È uno dei tanti obiettivi che ci prefiggiamo di raggiungere il prima possibile”.


In questo articolo: