Stop alla plastica nelle spiagge di Alghero: arriva l’ordinanza del Sindaco

L’ordinanza permette su tutte le spiagge l’esclusivo utilizzo di materiali biodegradabili

Via alla graduale riduzione all’uso delle plastiche monouso in tutte le attività ricadenti nelle spiagge e lungo le strade adiacenti le coste del territorio Comunale. L’ordinanza firmata dal Sindaco Mario Conoci e pubblicata oggi consente, su tutte le spiagge comunali comprese quelle in concessione, e su tutti gli ambienti ad esse contigui ( pinete, parchi, giardini ), esclusivamente l’utilizzo di materiali biodegradabili compostabili e vieta di importare sacchetti monouso in materiale non biodegradabile e compostabile, posate piatti, bicchieri, vassoi, contenitori per alimenti usa e getta. L’ordinanza fa divieto anche alle attività commerciali ricadenti lungo le spiagge  ( chioschi, bar, vendita ambulante ) e lungo le strade adiacenti le coste ( lungomari   e bastioni) l’utilizzo di plastica monouso per la somministrazione di alimenti e bevande e/o la vendita anche da asporto; è fatto salvo l’uso di detti materiali esclusivamente nella somministrazione e/o vendita di prodotti preconfezionati ( gelati, snack, acqua). “Con più provvedimenti – evidenzia il Sindaco nell’ordinanza – la Comunità Europea ha adottato diverse decisioni per la riduzione della produzione di oggetti monouso a partire dal 2021. Una problematiche che l’Amministrazione vuole affrontare nel pieno del proprio impegno nella salvaguardia dell’ambiente e del territorio, in virtù della vocazione turistica legata alle nostre bellezze naturalistiche”. Al fine di premettere l’esaurimento di eventuali scorte, i materiali monouso in possesso degli esercenti potranno essere utilizzati entro e non oltre la data del 1 luglio 2021. Un primo passo a fronte di un azione più complessa che ha come punto di partenza la delibera proposta dall’ Assessorato all’ Ambiente e recentemente approvata dalla Giunta con la quale si delinea il percorso virtuoso che, parallelamente e in linea con gli obbiettivi posti dalla Comunità Europea, contenga il consumo e la vendita degli oggetti in plastica mono-uso non degradabile, sino alla loro graduale eliminazione nei termini previsti. “Sono in corso interlocuzioni con un importante consorzio, il Coripet, per l’ installazione di macchinette per  il riciclo selettivo del pet – spiega l’Assessore all’Ambiente Andrea Montis, nel sottolineare il fatto che “la recente strada intrapresa ha già trovato il favore di diverse categorie e associazioni, come la Onlus “Plaatic free” che ci ha subito proposto un accordo che a breve formalizzeremo”. Un altro tassello, simbolo  della transazione  verso la riduzione della plastica nei litorali è rappresentato dal   pesce mangia plastica, di prossima installazione nel litorale urbano di Alghero. Ma saranno diverse le iniziative in tal senso posto che la transizione non è solo ambientale ma anche economica,  per cui l’Amministrazione cercherà ulteriori strade favorevoli anche alle attività commerciali che avranno tempo sino a luglio per il consumo di eventuali scorte di materiali plastici monouso.


In questo articolo: