Statale 195, i ciclisti: “Serve un passaggio ciclopedonale sicuro”

L’appello dei ciclisti all’Anas, Regione, Provincia, Comune e Autorità portuale

Cagliari, più sicurezza per chi si sposta quotidianamente sulle due ruote verso Giorgino, ma anche Pula e Assemini. La richiesta arriva dall’associazione Cagliari Città Ciclabile ed è rivolta in primis all’Anas che lungo il cavalcavia della statale 195 sta già svolgendo dei lavori di manutenzione straordinaria. “Un intervento che  però non tiene conto – spiegano i ciclisti – della necessità di un attraversamento pedonale e ciclabile in sicurezza per chiunque intende andare verso il sud occidentale della Sardegna. Per non parlare di coloro che tutti i giorni devono andare a casa loro a Giorgino, a lavoro al Porto Canale e al Campus di Tiscali, dove alcuni ciclisti ogni giorno rischiano la vita: mentre la legge impone all’Anas di intervenire nulla è stato fatto, nel totale disinteresse delle varie amministrazioni”.

 

Le richieste. In primis la sospensione dei lavori in corso per consentire un adeguamento del progetto, con apposita variante “in corso d’opera “. In particolare l’adeguamento del corridoio pedonale-ciclabile lungo il ponte, verificando la possibilità di un opportuno allargamento del piano di calpestio. All’uscita delle rampe la realizzazione di “stradelli ciclabili” sia sul fronte Giorgino/Pula, sia in particolare sul fronte cagliaritano, per consentire la ciclabilità in sicurezza verso l’area portuale, le banchine del Santa Gilla, e verso il centro commerciale Auchan.


In questo articolo: