Si fingono poveri ma vengono scoperti dalla Finanza, maxi multa per due “furbetti” del ticket sanitario a Muravera e Sardara

L’uomo, per un anno, si è fatto curare a costo zero, ma con l’inganno: poteva permettersi le cure ma ha dichiarato un reddito molto più basso. La scoperta fatta dai finanzieri 

Scoperti dalle Fiamme Gialle due “furbetti” del ticket sanitario. Il primo, residente a Muravera, nel 2014 è riuscito a non scucire un solo centesimo per varie prestazioni sanitarie perchè ha dichiarato un reddito inferiore a quello reale. Il secondo, abitante a Sardara, ha utilizzato lo stesso metodo due anni più tardi, nel duemilasedici. Dopo aver scoperto il trucco, scattano le maxi multe: il “furbetto” di Muravera dovrà pagare 1364 euro, il suo “collega” di Sardara, invece, 1827.L’attività posta in essere rientra tra le funzioni di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza e mira a controllare il corretto impiego delle risorse pubbliche, assicurando che l’accesso ad agevolazioni o esenzioni avvenga a favore di coloro che ne hanno effettivamente diritto e bisogno.