“Sarroch, ora i migranti sbarcano anche accanto alla Saras, in zone interdette alla navigazione: allarme sicurezza”

La denuncia di Francesco Murgia, capogruppo del Psd’Az a Sarroch: “Ci chiediamo come sia stato possibile che i migranti abbiano potuto sbarcare nelle nostre coste indisturbati. La questione sicurezza non è un fatto secondario, anzi. Abbiamo esempi di attacchi terroristici dal mare contro navi petroliere e siti industriali e turistici non lontani dai nostri mari”

“Sarroch, ora i migranti sbarcano anche accanto alla Saras, in zone interdette alla navigazione: allarme sicurezza”. La denuncia di Francesco Murgia, capogruppo del Psd’Az a Sarroch: “L’arrivo dei migranti è avvenuto domenica pomeriggio verso le 17, nella zona di sa Punta: il litorale dello sbarco si trova a poche centinaia di metri da una raffineria tra le più grandi d’Europa e il mare adiacente fa parte di una zona interdetta alla navigazione. Ci chiediamo come sia stato possibile che i migranti abbiano potuto sbarcare nelle nostre coste indisturbati. La questione sicurezza non è un fatto secondario, anzi. Abbiamo esempi di attacchi terroristici dal mare contro navi petroliere e siti industriali e turistici non lontani dai nostri mari Chiediamo all’Amministrazione comunale e a tutti gli enti preposti e ai referenti industriali di intervenire per intensificare i controlli a mare e sulle coste anche con l’ausilio delle forze locali come la compagnia barracellare. La situazione non è da sottovalutare, soprattutto alla luce del fatto che dei 17 sbarcati almeno la metà erano o sono ancora irreperibili”, la denuncia su Fb di Francesco Murgia del Psd’Az.


In questo articolo: