Parcheggi Sardegna Arena, sit in di protesta: “Prima i disabili poi i vip”

Lo organizza il consigliere dei Riformatori Onnis il giorno della conferenza stampa del Cagliari Calcio per la presentazione del nuovo progetto dello stadio. L’obiettivo? Avvicinare i posti auto destinati ai disabili all’impianto

Un sit in di protesta. Lo organizza domani il consigliere comunale cagliaritano dei Riformatori Sardi Raffaele Onnis il giorno della conferenza stampa del Cagliari Calcio per la presentazione del nuovo progetto dello stadio. L’obiettivo? Avvicinare i posti auto destinati ai disabili alla Sardegna Arena.

A fianco a lui, aderenti all’iniziativa, i rappresentanti delle Associazioni: Fish Sardegna onlus, Asap, Sa.spo,  Asbi Sardegna onlus, Rp Sardegna onlus.

All’inizio del campionato, il Consigliere aveva presentato un’interrogazione perché non erano stati tracciati nuovi stalli riservati e le persone con disabilità parcheggiavano nel lato tribuna del vecchio stadio ad una distanza abissale dal loro posto dentro lo stadio.

“Immediatamente dopo”, si legge nel comunicato, “erano stati tracciati i parcheggi riservati ai disabili nel lato della curva sud del vecchio stadio, ma questa soluzione non pone fine al problema”.

Nel progetto dello stadio temporaneo del Cagliari Calcio, scrive il consigliere, sono stati previsti dei posti riservati per le persone con disabilità: 54 posti nel settore Distinti, 35 nella curva SUD, 3 nel settore ospiti per un totale complessivo di 92 posti dedicati.

“Il campionato di serie A è ormai entrato nella fase del girone di ritorno e numerose sono le partite già disputate in casa dal Cagliari”, aggiunge Onnis, “i parcheggi regolari delimitati da segnaletica orizzontale e verticale più vicini alla nuova struttura, si trovano nel lato curva Sud e Tribuna del vecchio stadio Sant’Elia. Questo comporta un grave disagio per tutti coloro i quali si trovino in condizione di difficoltà personale. Non ci sarebbe nulla da dire se nella zona adiacente al settore Tribuna/Curva SUD del nuovo impianto “temporaneo” non fosse stato allestito un parcheggio riservato “VIP” di oltre 100 posti auto.

Inoltre”, aggiunge, “nello spazio antistante il vecchio stadio, nella zona adiacente al vertice della recinzione sud/est, è presente uno spazio franco di 2500 mq, sufficiente ad ospitare altrettanti parcheggi.

Il sit in, conclude, “è volto a chiedere che i suddetti spazi vengano rimodulati e utilizzati al fine di consentire un agevole accesso all’impianto per gli spettatori con disabilità. Per questo durante il SIT IN verrà esposto uno striscione con la scritta: “prima i disabili… poi i “vip”.


In questo articolo: