Sardegna, al via l’anagrafe regionale degli studenti

“Un risultato molto importante per noi amministratori. La banca dati ci aiuterà, grazie a una fotografia dettagliata dell’andamento scolastico dei ragazzi, a programmare e tracciare dei percorsi che siano di supporto al loro percorso” spiega l’assessore della Pubblica Istruzione Giuseppe Dessena

Al via l’anagrafe regionale degli studenti. Ieri il Consiglio regionale ha approvato la legge che permetterà alla Regione di dotarsi di uno strumento fondamentale, utile alla Giunta per disporre di una base informativa dettagliata sull’andamento degli studenti sardi.

“E’ un risultato molto importante per noi amministratori – ha commentato l’assessore della Pubblica Istruzione Giuseppe Dessena – che ci consentirà di programmare le risorse dedicate alla scuola e ai progetti sull’istruzione in maniera molto più mirata e dunque efficace. La banca dati ci aiuterà, grazie a una fotografia dettagliata dell’andamento scolastico dei ragazzi, a programmare e tracciare dei percorsi che siano di supporto al loro percorso. L’anagrafe è certamente un altro strumento del quale la Regione si dota nella ambito delle politiche contro la dispersione scolastica, come i progetti di [email protected] e Tutti a [email protected], ai quali è strettamente connesso”.

La gestione dell’anagrafe degli studenti sarà inizialmente affidata alla Direzione generale della Pubblica Istruzione, successivamente saranno attuati protocolli e convenzioni per avere accesso a tutte le altre banche dati, comprese quelle nazionali e del Miur. Per la fase di avvio dell’anagrafe degli studenti sono state messe a disposizione risorse per 120mila euro.