Sant’Efisio torna a Cagliari, campane a festa a Stampace: “Attrus Annus senza il Covid”

Emozionante ritorno di Sant’Efisio a Cagliari, oltre 60 mila in diretta oggi sulla pagina Fb di CASTEDDU online

Sant’Efisio ritorna a Cagliari, campane a festa nella Stampace blindata: “Atrus annus senza Covid”

Il martire guerriero nuovamente a casa, ancora tanti fedeli nelle strade nonostante la zona rossa. Nuovi lanci di petali e preghiere, con l’augurio che tra un anno possano tornare traccas e costumi

Sant’Efisio ritorna nella sua chiesetta di Stampace dopo una rapida e veloce processione. Arrivato a Nora e poi ritornato nel secondo anno consecutivo segnato dall’emergenza del Coronavirus, il martire guerriero ha ricevuto le preghiere, i petali delle rose e dei fiori e le lacrime dei tanti fedeli che, sin dalle viuzze di Stampace e sino a Pula hanno deciso comunque di uscire di casa, nonostante la zona rossa, per tributargli un doveroso omaggio. L’edizione 365 segnata dalla pioggia e dalle restrizioni per il virus. La fede è stata più forte delle limitazioni, da Cagliari sino a Pula.

E, quando Efisio è tornato nella sua casa-chiesetta di Stampace, poco dopo le 15, in tanti gli hanno rivolto la più attuale delle preghiere: “Atrus annus mellus, Efisi. Senza Covid”.


In questo articolo: