Santadi, maltrattava e minacciava i genitori: figlio 40enne allontanato da casa

Per l’uomo è stato disposto il divieto di avvicinamento ai genitori

Ieri a Santadi, i carabinieri della locale Stazione, hanno dato esecuzione a un’ordinanza che dispone la misura cautelare personale dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese, emessa dal Tribunale di Cagliari nei confronti di un 40enne del posto, disoccupato, con precedenti denunce a carico.

Lo scorso 26 giugno 2020, su ordine della centrale operativa della Compagnia di Carbonia, che aveva ricevuto una richiesta di soccorso, una pattuglia della Stazione di Santadi era intervenuta in difesa del padre 72enne e della madre 68enne dell’uomo. I due genitori, pur non volendo denunciare il figlio con loro convivente, riferivano verbalmente agli operanti dei maltrattamenti subiti e di richieste di denaro, rivolte loro con toni minatori dall’uomo. Lo sfogo disperato dei due, pur non formalizzato in un atto ufficiale, era comunque sufficiente affinché i militari potessero procedere.

A seguito dell’accurata annotazione trasmessa dai carabinieri, anche in virtù di testimonianze raccolte, il figlio è stato denunciato per i reati di maltrattamenti contro familiari ed estorsione. L’uomo dovrà intanto trovarsi un’altra sistemazione alloggiativa, lontano dalla casa paterna, con divieto di avvicinarsi a una distanza inferiore ai 150 mt dalle persone offese dal reato.