Niente ristori per le zone devastate dal fuoco nell’Oristanese: i 20 milioni della Regione slittano a settembre

Non ci sarà una leggina apposita, come ipotizzato questa mattina: i soldi per aziende e famiglie del Montiferru danneggiate dal fuoco restano nell’assestamento di bilancio che sarà approvato dopo le vacanze estive

Niente da fare per i 20 milioni di ristori promessi dal presidente della regione Christian Solinas a sindaci e allevatori delle zone devastate dai roghi di quasi tre settimane fa nell’oristanese. Si dovrà aspettare settembre, quando sarà approvato l’assestamento di bilancio che contiene, appunto, anche i 20 milioni di ristoro annunciati. Ieri sera il consiglio aveva deciso di rimandare a dopo le vacanze quella che è diventata una legge omnibus, con stanziamenti anche per il sistema sanitario e quello degli aeroporti, fortemente provato dalla pandemia. Non senza polemiche e proteste, tanto che questa mattina Solinas ha chiamato a raccolta i capigruppo di centrodestra a Villa Devoto, con l’idea di estrapolare i 20 milioni e incanalarli in una leggina da approvare domani stesso. Alla fine, però, è stato deciso di rimandare tutto a settembre.


In questo articolo: