Rifiuto selvaggio a Cagliari, mosche e blatte “danzano” sulla spazzatura in viale La Plaia

Cumuli di sacchetti puzzolenti e mezzo rotti dal sole in una delle strade di ingresso della città, automobilisti infuriati: “Questo schifo si commenta da solo”. E in via Sassari c’è addirittura chi ha abbandonato una cassetta piena di quaglie 

Lì, forse, le telecamere non ci sono ancora. O, se ci sono, i “caddozzi” dei rifiuti hanno le ore contate. Non si ferma l’emergenza delle discariche abusive a Cagliari, le ultime cartoline horror arrivano da viale La Plaia e via Sassari. Nella lunga strada meta, ogni giorno, di migliaia di automobilisti, si rischia l’incidente se si vogliono contare i sacchetti abbandonati ai lati delle strade. Sono molti, e aumentano giorno dopo giorno. “Questo schifo si commenta da solo”, afferma Antonio, un automobilista che ha inviato la foto alla nostra redazione. E, spostandosi dentro la città, la situazione non migliora. In via Sassari, come testimonia lo scatto di Simona, c’è chi ha deciso di disfarsi nel peggiore dei modi di sei quaglie. Blatte e mosconi ringraziano, i cagliaritani civili un pò meno: “Da dicembre, da quando è iniziata la raccolta differenziata, con una certa puntualità si formano mini discariche. Buste piene di escrementi di cane, oggi pure le quaglie”, commenta la residente.

 

“Ho provato, all’inizio, a segnalare questo sconcio. Mi è stato risposto di rivolgermi alla polizia, ma nulla”. E il degrado – e la puzza – restano lì.


In questo articolo: