C’è l’ok della Regione, prorogata la caccia alla lepre e alla pernice in Sardegna

“A seguito del monitoraggio dei capi abbattuti nelle precedenti giornate e sulla base del contingente abbattibile approvato da Ispra”, precisa l’assessore alla Difesa dell’Ambiente Gianni Lampis, “vengono autorizzate due giornate di prelievo venatorio alle stesse specie nelle giornate il 24 e il 31 ottobre prossimi”

Grazie a un decreto dell’Assessore della Difesa dell’Ambiente Gianni Lampis è stata autorizzata un’ulteriore giornata di prelievo venatorio della lepre sarda e della pernice sarda il 24 ottobre 2021, nel territorio libero alla caccia.

“A seguito del monitoraggio dei capi abbattuti nelle precedenti giornate e sulla base del contingente abbattibile approvato da Ispra”, precisa l’assessore Gianni Lampis, “vengono autorizzate due giornate di prelievo venatorio alle stesse specie nelle giornate il 24 e il 31 ottobre prossimi, nelle autogestite di caccia che hanno effettuato i censimenti e hanno piani con risultanze positive”.

Il carniere massimo giornaliero consentito è di una lepre sarda e una pernice sarda. Resta invariato il carniere stagionale, che prevede 2 capi di lepre sarda e 2 capi di pernice sarda.

Inoltre, nel territorio libero alla caccia della Regione Sardegna, che ricade nei siti della Rete Natura 2000, non è consentito il prelievo della pernice.


In questo articolo: