Ragazza uccisa da un albero precipitato nelle Piscine di Venere, Nuoro in lacrime: “Addio a Marina Masia”

Il cordoglio del sindaco Soddu: “Le nostre preghiere e il nostro pensiero vanno alla sua famiglia, a cui vanno le più sentite condoglianze a nome di tutta la città. La sua prematura scomparsa lascia un vuoto nella nostra comunità, che si unisce nel cordoglio e nell’abbraccio alla famiglia Masia”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Nuoro in lacrime per la morte di Marina Masia, 28 anni, specializzanda in Medicina, la giovane morta oggi mentre nuotava nelle Piscine di Venere, la nota località per le acque cristalline della costa di Baunei.

Su Facebook il cordoglio del sindaco di Nuoro Andrea Soddu. “È con profondo dolore che apprendiamo della tragica perdita di Marina Masia, giovane cittadina di Nuoro, nell’incidente avvenuto alle Piscine di Venere a Baunei. Le nostre preghiere e il nostro pensiero vanno alla sua famiglia, a cui vanno le più sentite condoglianze a nome di tutta la città. La sua prematura scomparsa lascia un vuoto nella nostra comunità, che si unisce nel cordoglio e nell’abbraccio alla famiglia Masia”.

La 28enne, che si trovava nelle Piscine di Venre in compagnia dei familiari a bordo di un gommone noleggiato a Cala Gonone, sarebbe stata travolta e uccisa dalla pianta crollata dal costone mentre si trovava dentro l’acqua.

Il corpo della ragazza è stato recuperato da un mezzo della guardia costiera di Arbatax e trasportato sino al porticciolo di Cala Gonone. La procura di Nuoro, nel frattempo, ha aperto un’inchiesta.


In questo articolo: