Quartu, il rudere della vergogna tra le palazzine nuove: “Da due anni i 4 proprietari non fanno i lavori”

Diroccato e disabitato, dopo l’ultima ondata di maltempo i Vigili del fuoco hanno pure dovuto piazzare le transenne. In via Pitzolo il rischio crolli è dietro l’angolo, il Comune torna a strigliare i proprietari: “Ripristinatelo o demolitelo entro un mese, in caso contrario arriveranno le multe”.

Il tour “horror” delle case diroccate e abbandonate di Quartu, grazie alle verifiche svolte dai Vigili del fuoco dopo l’ultima ondata di maltempo, va avanti. E il Comune adesso punta gli occhi su via Pitzolo 22: lì, incastonato tra due palazzine nuove e quasi senza un graffio, c’è un rudere dimenticato, soprattutto, dai suoi quattro proprietari. Le transenne, ormai, sono diventate parte dell’arredamento della strada, e son state lasciate lì anche dopo le ultimissime verifiche. Ed ecco il nuovo ultimatum degli uffici comunali ai titolari dell’immobile: nuovo perchè, gia due anni fa, era stata emanata un’ordinanza sindacale identica. “Fate i lavori”, questo il succo dell’avviso. Ma lì, di operai, neanche l’ombra. Ma il countdown è già partito: o saranno eseguiti lavori di “ripristino, consolidamento o demolizione” di ciò che resta dell’abitazione, o le multe sino a 480 euro saranno una mera formalità.
Lì, in via Pitzolo, il rischio di un crollo è tutt’altro che un’ipotesi remota. E, infatti, prova ne è la presenza delle transenne, che costringono i pedoni a passare quasi al centro della strada, con tutti i rischi del caso.


In questo articolo: