Monserrato, dopo le case crollate restano le transenne: strade bloccate anche per le ambulanze

Da via Stazio a via Nerva, da più di una settimana il Comune ha lasciato tante transenne, di fatto bloccando le strade. La preoccupazione dei residenti: “Dio non voglia che ci serva un mezzo di soccorso con urgenza”.

I crolli? Ci sono stati, facciate e pezzi di case diroccate venute giù per colpa dell’incuria e delle piogge torrenziali di dieci giorni fa. Anche a Monserrato, dove via Nerva e via Stazio hanno “accolto” la pioggia di detriti. Anzi, li accolgono ancora: la polizia Locale ha solo piazzato delle transenne, per levare pezzi e frammenti di cemento non si sa quanto tempo bisognerà attendere. Un’azione di pulizia e di messa in sicurezza che, forse, potrebbe spettare ai legittimi proprietari dei ruderi. Ma, intanto, due strade sono totalmente impraticabili per le automobili. Una bella preoccupazione per i residenti: “Dio non voglia che un residente di queste strade abbia bisogno di chiamare un mezzo di soccorso con urgenza”, scrivono nei gruppi Facebook monserratini. E, in effetti, lo spazio di manovra, con le transenne, è limitatissimo. In caso di necessità, un’ambulanza del 118 o un’autopompa dei Vigili del fuoco dovrebbe bloccarsi a distanza dal punto dove deve intervenire.
L’unica speranza è che, anche per i prossimi giorni, il tempo sia clemente e che, chi di dovere, provveda a ripulire le vie dai detriti, unica azione possibile per fare in modo che vengano levate le transenne.


In questo articolo: