Quartu, il grido disperato di un papà: “Mi hanno bruciato l’auto e ora sono in difficoltà. Aiutatemi”

Alessio Sitzia,  sposato con un figlio piccolo, lancia un appello a Radio CASTEDDU: “Purtroppo l’auto l’ho dovuta buttare e da lì sono iniziati  tutti i vari problemi della mia vita, perché solo io in casa lavoro, pago 600 euro di affitto, 280 euro di asilo e 200 di rata di una macchina che non ho più, e 1200 euro di stipendio mensile non mi bastano”

Quartu Sant’Elena – Il grido disperato di un papà: “A novembre mi hanno bruciano l’automobile e da allora sino in grosse difficoltà”.
Alessio Sitzia,  sposato con un figlio piccolo, lancia un appello a Radio CASTEDDU: “Chi può mi aiuti, mi serve urgentemente un’automobile e posso pagarla a rate ogni mese”.
“Ho subito un grave danno, una notte di novembre, ero a cena da mia madre e verso le 20:45 hanno citofonato al campanello dicendo che mi era stata bruciata la macchina. Purtroppo l’auto l’ho dovuta buttare e da lì sono iniziati  tutti i vari problemi della mia vita, perché solo io in casa lavoro, pago 600 euro di affitto, 280 euro di asilo e 200 di rata di una macchina che non ho più, con 1200 euro di stipendio mensile.
Purtroppo non riesco ad andare più avanti e non posso neanche più chiedere una finanziaria perché il mese in cui mi è stata bruciata l’auto ho dovuto effettuare varie spese e non ho potuto pagare la rata e purtroppo la finanziata mi ha iscritto alla società debitrice che non mi permette di chiedere più nessun aiuto fino a quando non si paga il debito.
Un amico mi ha prestato la sua macchina per andare al lavoro e portare il bambino all’asilo ma la rivuole indietro e io mi trovo in una situazione in cui non mi posso comprare la macchina e non so come fare. È stata una situazione inaspettata, io non ho problemi con nessuno e si è trattato di un atto doloso, perché ci sono state delle telecamere che hanno intravisto dei ragazzi che hanno bruciato l’auto, ma non si è risaliti agli autori.
Non solo: l’assicurazione non risarcisce  perché  è un atto doloso e non rientra nelle clausole assicurative”.
Alessio lancia un appello per essere aiutato: “Se c’è qualcuno che può farmi acquistare un mezzo anche con una rata mensile mi aiuterebbe tantissimo perché io non so più che fare. In questi giorni devo consegnare questa macchina e devo portare il bambino all’asilo che è situato dall’altra parte di Quartu e poi devo andare a lavorare a Cagliari”.
Per chi potesse aiutare Alessio Sitzia lo può contattare al
3911610406
Risentite qui l’intervista di Paolo Rapeanu e Gigi Garau
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: