Pula,il consiglio comunale approva lo studio anti rischi idrogeologici

Passo avanti sull’edilizia in consiglio comunale

Nella seduta del 28 novembre scorso il Consiglio Comunale approva lo studio commissionato per l’aggiornamento e il miglioramento del PAI (Piano di Assetto Idrogeologico) del Comune di Pula.

LO STUDIO – Nel febbraio 2011 fu approvato lo “Studio idrologico e idraulico e geomorfologico” di S.I.G.E.A. srl predisposto per apportare i necessari aggiornamenti e i miglioramenti al PAI (Piano di Assetto Idrogeologico). Lo studio è parte integrante del PUC (Piano Urbanistico Comunale) e ha ridefinito il perimetro delle aree pericolose nonché degli stessi livelli di rischio del territorio.

L’ITER PER L’APPROVAZIONE – Lo studio fu definitivamente approvato dal Consiglio Comunale nel giugno 2011, dopo esser stato pubblicato e dopo aver recepito, quando necessario, le osservazioni pervenute da parte dei cittadini.

Nel luglio 2011 lo studio fu sottoposto all’ADIS (Agenzia Regionale del Distretto Idrografico della Sardegna) che, nel settembre dello stesso anno, chiese alcune integrazioni e modifiche.

La rielaborazione di S.I.G.E.A. srl, approvata dal Consiglio Comunale nell’aprile 2013, fu nuovamente sottoposta all’ADIS che chiese ulteriori lavorazioni e integrazioni documentali.

S.I.G.E.A. srl ha recentemente consegnato le rielaborazioni che state proposte al Consiglio Comunale come integrazioni da adottare allo Studio idrologico e idraulico e geomorfologico.

LA DELIBERA DEL CONSIGLIO – Il Consiglio Comunale ha deliberato di adottare tali integrazioni. Delibera inoltre di adottare la variante al Piano Stralcio per l’Assetto Idrogeologico (P.A.I.) della Sardegna. A questo punto il PAI attende di essere approvato dalla Regione. Il prossimo passo è l’approvazione della Carta del rischio e l’aggiornamento del Piano di protezione civile.


In questo articolo: