Pula, addio alle odiate fioriere: in centro ora cambia la viabilità

Il Comune annuncia l’eliminazione delle fioriere nella strada di accesso a Piazza del Popolo

Pula, addio alle fioriere in centro. Il Comune ha scelto di cambiare la viabilità nella strada di accesso a piazza del Popolo, venendo incontro alle richieste dei cittadini dopo un anno di polemiche. Oggi la lettera ufficiale firmata dal sindaco Carla Medau e dall’assessore Emanuele Olla, che annuncia la svolta della viabilità. Cambia la zona a traffico limitato, scompaiono le fioriere tanto odiate soprattutto dai commercianti del paese che si prepara alla stagione turistica. Nella sua pagina Facebook ufficiale, il sindaco pubblica la lettera e spiega: “Buongiorno a tutti…come promesso in campagna elettorale ELIMINIAMO le fioriere posizionate nella strada d’accesso di Piazza del Popolo! Questa è la lettera che verrà distribuita ai cittadini relativa alle variazioni della viabilità nella zona attorno alla Piazza. Vi riassumo subito il contenuto: la modifica prevede l’apertura del tratto di strada TRAVERSA PIAZZA DEL POPOLO, VIA NORA TRATTO DA VIA ELEONORA D’ARBOREA-VIA PIAVE DAL LUNEDI AL SABATO nei seguenti orari: dalle 01.00 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 19,30. Pertanto LA DOMENICA l’area resterà totalmente fruibile, come area pedonale, IN TUTTO L’ARCO DELLA GIORNATA. Dopo avere sentito tanti residenti e commercianti abbiamo scelto questo equilibrio, decidendo di riaprire l’accesso in una zona strategica del centro. Il referendum che alcuni cittadini hanno richiesto attraverso un forum di Fb, invocando però stranamente anche la contestuale eliminazione delle fioriere (aspetto molto contradditorio) in piena estate non darebbe infatti risultati ottimali, si rischierebbe di avere una raccolta di dati non adeguata e puntuale. Però con questa prima soluzione potremo fare un test importante sul gradimento dei pedoni, per capire meglio le esigenze di cittadini e turisti. Da settembre in poi ricalibreremo tutto, con un piano del traffico che sarà più omogeneo e organico. Abbiamo in previsione anche l’installazione dei dissuasori a scomparsa, ma non sono interventi che si possono fare in estate. Naturalmente questo è un primo passo, ma il nostro percorso di ascolto e condivisione con voi continua: il confronto è aperto per cercare tutti insieme una soluzione finale valida per tutti”.