Polastri a Radio Casteddu: “Il Bastione di Saint Remy sfregiato ancora una volta”

Il Bastione di San Remy sfregiato ancora una volta, in mano ai vandali. A Radio CASTEDDU interviene il consigliere Marcello Polastri: “Sono state rotte delle nuove lastre marmoree posizionate qualche anno fa, lunghe circa 3 metri, e qualche pezzo sarebbe stato lanciato giù”

Il Bastione di San Remy sfregiato ancora una volta, in mano ai vandali. A Radio CASTEDDU interviene il consigliere Marcello Polastri: “Sono state rotte delle nuove lastre marmoree posizionate qualche anno fa, lunghe circa 3 metri, e qualche pezzo sarebbe stato lanciato giù. Alcuni ragazzi mi hanno detto che, forse, le lastre posizionate al posto di quelle storiche hanno una certa flessibilità che causerebbe la rottura della stessa. Ho provato a sedermi nella lastra e si sente un possibile punto di rottura.
Ci sono poi delle persone che si mettono in piedi per ammirare il panorama e posizionare le braccia sopra il parapetto di plexiglass: c’è questa smodata mania, insomma.
Sono state trovate delle bottiglie e, specie la domenica, altre persone hanno detto che la notte c’è chi transita con gli skateboard e romperebbe di proposito le lastre.
Sono presenti le telecamere e ho mandato ai carabinieri una segnalazione affinché, chi di dovere, possa verificare e guardare le immagini registrate sui punti di rottura delle lastre. Sono soldi che rimettiamo tutti noi, è un discorso che colpisce tutti i cittadini.
Ora c’è da capire come i precedenti lavori siano stati fatti ma soprattutto c’è un altro elemento, quello del controllo, dato che si rompono, e non da sole, lì bisognerà potenziare i controlli e chiedere ai cittadini di segnalare ulteriormente.
Ma nel momento in cui io cittadino noto questo e sto segnalando chi l’ha rotta, il vandalo si è già dileguato.
Il Bastione sta subendo dei danni giorno troppo giorno è sotto gli occhi di tutti”.

Risentite qui l’intervista a Marcello Polastri del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu
https://www.facebook.com/castedduonline/videos/261144585524856/
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline


In questo articolo: