Più comfort per bambini, genitori e operatori: rinnovato il Nido all’ospedale di San Gavino Monreale

Nido completamente rinnovato all’ospedale di San Gavino Monreale

Consegnata e operativa, la struttura completamente riqualificata migliora il comfort per operatori, pazienti e genitori

I lavori – fortemente voluti dal Direttore di Area Dott. Giorgio Carboni – iniziati a fine novembre 2019 e terminati nel mese di luglio dopo l’inattesa interruzione nel periodo CoViD-19 – hanno comportato un adeguamento impiantistico, antincendio e tecnologico, con un miglioramento dell’offerta assistenziale e del comfort generale.

La riqualificazione del Nido rientra in una serie di interventi più complessi di ristrutturazione e ammodernamento dell’Ospedale di San Gavino e che nello specifico hanno già interessato, nel Reparto di Ostetricia e Ginecologia, il nuovo blocco parto e la sala operatoria attigua dedicata e ,a breve, anche la sistemazione alberghiera delle stanze di degenza.

A seguire, con l’utilizzo di appositi fondi dedicati per l’edilizia sanitaria, anche tutti gli altri Reparti del Presidio Ospedaliero.
La Direzione di Area ha seguito da vicino tutte le fasi, collaborando con i Neonatologi e gli operatori del Nido per la realizzazione del progetto.

Il Nido – che ha registrato 271 nascite, 51 in più del 2019, con una variazione del 23.1% ed un trend in ascesa (dati al 31 agosto) – si articola su una superficie complessiva di circa 90 metri quadri nei nuovi locali all’interno del Reparto di Ostetricia e Ginecologia, organizzato in diversi ambienti.

La nuova collocazione del Nido consente una migliore gestione della pratica del rooming-in, ovvero dello stretto contatto “mamma-neonato” fin dalle prime fasi successive al parto.

Possono essere ospitati non meno di 10 neonati in spazi loro riservati, all’avanguardia per tecnologia, funzionalità e processi organizzativi finalizzati ad accogliere la vita che nasce nel modo più confortevole possibile ma anche più sicuro e col massimo delle cure qualora necessarie.

In previsione – conclude Giorgio Carboni – si spera per il 2020 di arrivare al traguardo delle 500 nascite ed in prospettiva nel 2021 di superarlo riportando l’Ospedale di San Gavino ad essere Centro di riferimento e di attratività non solo per il Medio Campidano ma anche per le mamme dei territori limitrofi.


In questo articolo: