Parte da Cagliari il tour sardo della Festa internazionale del Gusto 2021: “Food sardo e non solo in piazza Giovanni”

Da venerdì 18 sino a domenica 20 giugno oltre 70 gli stand allestiti in piazza Giovanni XXIII. L’assessore Sorgia: “Vicinanza piena a una delle categorie più penalizzate dalla pandemia”

Parla americano, argentino, brasiliano, italiano e poi siciliano, ligure, campano, calabrese, pugliese, laziale, romagnolo, ma sopratutto sardo, la Festa internazionale del Gusto 2021, che sino domenica 20 giugno sarà ospitata a Cagliari nell’elegante cornice di piazza Giovanni XXII. Oltre 100 le pietanze e i prodotti proposti e preparati in formato cibo da strada da più di 70 espositori da degustare e acquistare dalle 10 del mattino a mezzanotte 24. Venerdì alle 6 del pomeriggio l’inaugurazione con un’esibizione di ballo delle “carioca” brasiliane.

“Finalmente in città riprendono anche eventi come questo, legato al mondo delle sagre e delle fiere, sin troppo penalizzato dalle misure per contrastare la diffusione del Covid-19”.

A sottolinearlo l’assessore Alessandro Sorgia che stamani durante la presentazione dell’evento, come rappresentante dell’Esecutivo cittadino titolare delle Attività produttivi e del Turismo, ha espresso “vicinanza piena a una delle categorie più penalizzate dalla pandemia”. Non sono mancati gli attestati di riconoscenza indirizzati a streetfooders, espositori e organizzatori di Invitas per avere scelto Cagliari quale città simbolo della ripartenza delle attività.

Distribuita su una superficie di circa 8.000 metri quadrati, oltre il cibo da strada la Festa del Gusto 2021 di questo fine settimana vedrà protagonisti l’agroalimentare, con vere e proprie eccellenze come miele, olio extravergine, bottarga o tartufo sardo, e l’artigianato di Sardegna.

Insomma, un’offerta gustosa e variegata, cucinata a vista nel pieno rispetto delle tradizioni quella che verrà proposta a cagliaritani, ospiti e turisti dalle 18 alle 24 di domani, venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 dalle 10 del mattino sino a mezzanotte. Ci sarà il maialetto sardo, le carni argentine e brasiliane, ma anche i primi piatti della cucina ligure come trofie al pesto. O la focacceria e deliziosi panini: da quelli targati USA, con maxi burger cotti a bassa temperatura, agli hot dog, ai locali brebei burger e la panzotteria pugliese. Dolci, bomboloni giganti, crepes, torroni e tanti altro ancora.

Non mancheranno le birre artigianali. E novità di questo 2021, Cagliari ospiterà il primo beer bus italiano, uno scuolabus sapientemente riadattato per contenere oltre 30 spillatrici: faranno incontrare le birre provenienti da tutto il mondo con le eccellenze selezionate dai mastri birrai sardi.

La manifestazione seguirà scrupolosamente i protocolli anti-Covid, in particolare sul divieto di assembramento, distanziamento interpersonale, uso della mascherina e detersione delle mani. E dopo Cagliari farà tappa a Sassari, Capoterra, Carbonia, Arzachena, Santa Lucia di Siniscola, Villasimius, Lotzorai, Muravera e Cannigione.

L’incontro con gli organi di stampa di questa mattina di giovedì 17 giugno 2021 si è conclusa con una visita al Mercato Civico di San Benedetto, durante la quale gli streetfooders e gli organizzatori della Festa del Gusto hanno potuto apprezzare i prodotti e la professionalità degli operatori locali. A far loro da cicerone l’assessore Sorgia.


In questo articolo: