Paolo Matta: “Puntare sul porto per creare posti di lavoro”- VIDEO

Intervista al giornalista candidato sindaco a Cagliari

Paolo Matta: “Bisogna puntare sullo sviluppo del porto per creare posti di lavoro e su una città che sia accogliente”.

Per Matta il vero problema di Cagliari è che la metà delle famiglie che vive grazie alle pensioni dei nonni che sostengono i figli e nipoti

 

Paolo Matta giornalista, 61 anni, ha deciso di scendere in campo come candidato sindaco di Cagliari cappeggiando la sua lista civica “La Quinta A” che nel nome riassume i cinque punti più importanti del suo programma: area, acqua, ambiente arte e accoglienza.

Intanto voglio dire che la mia riflessione” ha spiegato Paolo Matta” parte molto da lontano, almeno a 15 anni fa, quando furono i cittadini a sottoporre agli allora due candidati sindaci una proposta di riflessione sulla città centrata su quella che noi abbiamo chiamato le cinque A.

Queste vanno dall’ all’aria metropolitana, all’acqua, all’ambiente, all’arte e all’accoglienza, naturalmente ci sono tante altre A che potrebbero entrare come artigianato e ateneo. Diciamo che io ne ho scelto cinque in cui far rientrare il programma della mia lista.”
Paolo Matta ritiene che siano più importanti nel suo programma due punti: uno è la nuova dimensione dell’area metropolitana che obbliga a inquadrare tutti i problemi della città in un’ottica più grande con l’unico obiettivo che è quello di offrire servizi migliori e soprattutto meno costosi alla cittadinanza. L’altro punto è l’accoglienza.

Oggi Per esempio, abbiamo 12 comuni dell’area con 12 sistemi di raccolta di rifiuti. “ ha sottolineato Paolo Matta “L’altro punto importante é l’accoglienza. La cosa fondamentale non sono tanto le opere pubbliche, la realizzazione delle infrastrutture, il rifacimento delle strade, le rotonde, tutte cose in cui non c’è nulla da discutere ma che attengono all’urbano. Noi invece puntiamo a una città che sappia dialogare e ascoltare, che sia accogliente, quello che rimproveriamo a questa amministrazione comunale, ma anche alle precedenti, è la chiusura e l’incapacità genetica di confrontarsi e di ascoltare, di mettersi in discussione e di cambiare anche opinione e di realizzare qualcosa di differente.”

La lista civica che Paolo Matta capeggia “La Quinta A”, come lui dichiara “è sganciata da qualunque partito perché sono convinto che, vinca la destra o la sinistra, sostanzialmente non cambi niente perché Cagliari è un impasto di poteri che trasversalmente vanno da una parte all’altra e nulla cambia perché tutto viene bloccato da questi veti incrociati.”

I grandi problemi di Cagliari “ha concluso Matta “sono stati per esempio , il Poetto, i baretti lo stadio, tutte cose sacrosante ma il vero problema di Cagliari è che la metà delle famiglie vive grazie alle pensioni dei nonni che sostengono i figli e nipoti. Poi il vero problema della città è il porto che deve creare lavoro, come per esempio in Marocco, dove nel porto di Rabat sono stati creati 20 mila posti di lavoro”.

Guardate il video con l’intervista completa a Paolo Matta.


In questo articolo: