Nuovo Poetto, la spiaggia del futuro con tennis, volley e kite surf

Via libera definitivo al Pul: ecco come sarà il lungomare del futuro

Poetto del futuro, spazio a sport da spiaggia e kite surf invernale. E chioschi aperti tutto l’anno fino al 2020. Sono queste le ultime novità del Piano di utilizzo dei litorali per quanto riguarda il lungomare cagliaritano. “Nel nuovo piano – ha spiegato in Aula l’assessore all’Urbanistica, Paolo Frau – sono previste una serie di aree dedicate agli sport, come beach volley e beach tennis. Spazio anche al kite surf invernale, e confermata l’area dedicata ai cani”. Dopo il via libera della commissione Urbanistica, arriva l’ok del Consiglio comunale, con 22 voti favorevoli, ma senza l’opposizione che ha abbandonato l’Aula per protesta sul calendario dei lavori.

“Sarà un Poetto fruibile tutto l’anno – ha sottolineato il sindaco Massimo Zedda – anche per quanto riguarda lo sport, oltre alla possibilità di avere dei chioschi permanenti aperti tutto l’anno: credo siano le migliori condizioni per restituire ai cagliaritani una parte importante della città”. “Un risultato storico – ha precisato il presidente della commissione Urbanistica, Andrea Scano – Cagliari approva definitivamente un piano di cui si avvertiva la mancanza da più di 25 anni”.

Le osservazioni. Trenta in totale, presentate da enti interessati, comitati di cittadini, associazioni ambientalistiche e, ovviamente, dai titolari delle concessioni demaniali. Tutte riferite ai diversi aspetti legati al piano: dal possibile inquinamento acustico (musica dal vivo) alle misure di tutela ambientale, dal monitoraggio della qualità dell’aria alla struttura dei chioschi ed, in alcuni casi, al loro riposizionamento. Su 30 osservazioni, 4 sono state accolte in toto, e 24 parzialmente. Un esempio è l’accoglimento della richiesta di poter disporre nei chioschi di protezioni laterali dai venti dominanti e di non dover smontare parte del plateatico (la “piattaforma sopraelevata”) durante la stagione invernale. “Con i lavori per il nuovo lungomare e con i nuovi chioschi, i servizi igienici pubblici, le concessioni e la tutela di ampie porzioni di spiaggia libera, entro due anni avremo un Poetto nuovo e più vivibile”, ha concluso il presidente della commissione Urbanistica, Scano.


In questo articolo: