Muore per infarto a due mesi dallo schianto sulla Sulcitana: “Ditemi perché Giovanni non c’è più”

Il dolore di Felon Cocco, moglie dell’operaio 41enne stroncato da un malore improvviso: “È collegato all’incidente di maggio sì o no?”. Il pm apre un fascicolo per omicidio colposo e dispone l’autopsia

“Il mio Giovanni stava bene da quando era stato dimesso, ma un infarto così improvviso, per me, è inspiegabile”. Felon Cocco è la moglie di Giovanni Lianas, il 41enne stroncato da un malore improvviso due giorni fa nella sua abitazione di Settimo San Pietro. Il venticinque maggio aveva avuto un grave incidente in moto sulla Ss 195: un trauma toracico e qualche frattura, il ricovero al Brotzu e poi, dopo qualche settimana, le dimissioni. Felon Cocco aveva già anticipato i suoi dubbi a Casteddu Online: “L’infarto può essere collegato all’incidente”. Solo l’autopsia, disposta dal pm Danilo Tronci che ha già aperto un fascicolo per omicidio colposo, che sarà eseguita con molta probabilità lunedì prossimo Policlinico di Monserrato dal medico legale Roberto Demontis, scioglierà ogni tutti i dubbi della moglie.
“Voglio solo sapere la verità, se c’è qualcosa dietro l’infarto che l’ha portato per sempre via da me”. Il funerale, ovviamente, sarà celebrato solo dopo le verifiche mediche. E Felon Cocco ha affidato anche a Facebook il suo dolore, con un post molto commovente: “Senza la tua presenza il mondo si è svuotato. Mi manca tutto di te: la risata, lo sguardo, i congiuntivi mancati, gli sms, le chiacchierate. Tutte quelle cose insignificanti che valgono tutto per me, perché sono tue”.


In questo articolo: