Multato perché senza mascherina al Poetto, Cristiano a Radio Casteddu: “Ho fatto ricorso”

“Multa da 420 euro a me e alla mia ragazza, io ho deciso di non pagarla perché, nella multa stessa, c’era scritto, articolo 1 comma 2, che è obbligo di utilizzare la mascherina tranne nei luoghi in cui, per le caratteristiche del luogo e per le circostanze, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento, e quella era la precisa fotocopia della situazione”

Multato perché senza mascherina, Cristiano Ghiani non si arrende: “Ho fatto ricorso”. Era l’11 ottobre, ero in spiaggia con la mia compagna, era un giorno piovoso, quasi deserto, e due pattuglie ci hanno fermati e multati perché senza mascherina nelle sabbie del Poetto. 420 euro a testa di multa, io ho deciso di non pagarla perché, nella multa stessa, c’era scritto, articolo 1 comma 2, che è obbligo di utilizzare la mascherina tranne nei luoghi in cui, per le caratteristiche del luogo e per le circostanze, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento, e quella era la precisa fotocopia della situazione. Una situazione paradossale, insomma, e ho fatto il ricorso alla prefettura circa 5 giorni dopo. Da quel giorno non mi hanno più risposto, nessuno è mai venuto a battere cassa finora e se dovessi perdere il ricorso, lo ripresenterò”.
Risentite qui l’intervista a Cristiano Ghiani di Paolo Rapeanu e Gigi Garau
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: