Monserrato, via ai lavori nel giardino dell’ex scuola elementare: diventerà un’area giochi

Monserrato sempre più a misura di bambino, la mission della giunta Locci

Monserrato – Continua senza sosta il lavoro della giunta Locci  e, in questo caso particolare, dell’assessorato all’ambiente e arredo urbano per rendere la città sempre più a misura di bambino. Stanno per iniziare i lavori nel giardino dell’ex scuola elementare di via Tito Livio, già sede di associazioni cittadini, che diventerà un area giochi e di svago con intrattenimenti, tavoli e nuove piante che sostituiranno le attuali lungo la recinzione perché colpite da malattia del fusto.
“Come già dal 2016 – spiega il sindaco Tomaso Locci – noi ci siamo preoccupati dei bambini e di tutte le possibilità di creare dei punti per farli giocare e far trascorrere delle belle giornate anche ai genitori.
Abbiamo deciso quindi di cambiare i giochi del Redentore che erano stati vandalizzati e, alcuni, si erano rovinati e stiamo provvedendo a creare anche delle altre zone, piccoli parchi, come via Tito Livio, per arrivare all’ex cimitero, che sarà un parco importante, e delle novità in altre zone della città che renderò note più avanti.
Faccio i complimenti alla mia assessora e al suo ufficio perché si sono calati, sin da subito, in questo obiettivo che è anche creare una città a misura di bambino e delle loro famiglie”.
“Iniziamo con la sostituzione dei giochi ai giardinetti di via del Redentore, dopo di che passeremo alla manutenzione dell’albero magico, nel parco di via dell’Argine, che verrà arricchito di uno scivolo per i più piccini e dove verrà sistemato il tappetino antitrauma nel tavolo da ping pong. Proseguiremo – comunica Maristella Lecca – con il completamento del parchetto di via Carcalla con la sostituzione delle panchine, l’aumento delle siepi di pitosforo e la sistemazione di due cancellati per rendere più sicuro il gioco dei nostri bambini”.
Una città con tanti spazi verdi, quindi, dove poter trascorrere momenti di svago e relax. “È
 intenzione dell’amministrazione continuare a curare le aree verdi e le aree di gioco, soprattutto in un periodo storico come questo, una pandemia che ci consente solamente di stare all’aperto con distanziamenti sociale per evitare i contagi”.