Monserrato spalanca le porte della conoscenza alla lingua sarda

Al via il progetto “Bregùngia Peruna”, “il Comune è molto attento a questa tematica, saranno incluse attività per tutte le età.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

È già aperto lo sportello di ascolto, Monserrato quest’anno è capofila. Scuole e associazioni sono coinvolte pienamente e attivamente e ogni evento, come l’anno scorso, avrà un richiamo specifico all’ argomento” ha spiegato l’assessore alla cultura Emanuela Stara. 

Dal 25 gennaio e sino al 30 novembre sarà attivo, nel comune di Monserrato, comune capofila del progetto con partner il comune di Quartucciu, uno sportello linguistico per un totale ore pari a 650, gestito dall’Associazione Euroform: l’operatore di sportello è Salvatore Sarigu. Il progetto si sviluppa attraverso una serie di attività, nello specifico per ciò che concerne lo sportello: attività di informazione, in modalità Front Office diretta sia alla popolazione che si interfaccia con l’ufficio linguistico che attraverso l’ausilio delle nuove tecnologie.

Attività di promozione della lingua tutelata rivolta sia alla popolazione che alle realtà produttive locali (consulenza nella doppia lingua delle etichettature, menù dei ristoranti, comunicazioni promozionali).

Attività di traduzione, interpretariato e consulenza linguistica rivolta oltre che agli stessi Enti richiedenti, anche ai cittadini, scuole, biblioteche, associazioni culturali e ricreative. E ancora:

attività di promozione, di consulenza e di collaborazione con le scuole, per l’insegnamento, sensibilizzazione animazione territoriale e valorizzazione delle minoranze linguistiche realizzabili nell’attività di Sportello linguistico. Attività laboratoriali in lingua sarda da organizzare con la biblioteca e ludoteca del territorio, di collaborazione con le realtà produttive e artigianali locali, per la promozione della lingua sarda negli ambienti di lavoro, di creazione di spazi web (posta elettronica e numero di telefono dello sportellista a disposizione), social media web (creazione di una pagina Facebook da dedicare al progetto) per tutte le comunicazioni che promuovano e sviluppino la presenza della lingua sarda nelle nuove tecnologie.

Attività di trasmissione dei servizi offerti dagli sportelli linguistici, unitamente ai contenuti digitali di qualunque titolo acquisiti, realizzati o prodotti nell’ambito delle attività di cui al presente avviso e resi disponibili agli utenti, per l’inserimento degli stessi, attraverso la creazione di una specifica sezione, nel portale istituzionale dell’Ente beneficiario. L’Ente beneficiario dovrà garantire la completa fruizione ed erogazione dei servizi per l’intero periodo delle attività progettuali.

Verranno realizzati anche calendari con ricette del territorio e di segnalibri: sa domu, su mercau, is pillonis, is piscis con immagini ben evidenziate. Opuscoli ”monumentus e festas”, “Stòria e archeologia”, Animalis e Matas e per le scuole: opuscolo mappa concettuale su regole ortografiche e/o grammaticali: “Comenti ddu scriu?” da distribuire nelle scuole primarie.

E ancora: “Su Sussidiàriu in sardu”. Glossario/prontuario frasi pronte per cavarsela nelle situazioni quotidiane: dal fruttivendolo, in panetteria, in banca, dalla polizia, da utilizzare per fare giochi di ruolo o in gruppo. Importante la collaborazione con le parrocchie per traduzione di preghiere, traduzione canti, organizzazione di attività per bambini e ragazzi. Verranno realizzati ricettari basati sulle ricette tradizionali del territorio, che hanno dato lustro ai paesi, ricerche sui personaggi più importanti del territorio.

Anche incontri divulgativi per adulti e bambini nelle ludoteche, biblioteche, scuole ecc.. nei giorni di ricorrenza storico culturale, attività di realizzazione dei timesheet sulle attività svolte giorno per giorno, produzione di una relazione generale di fine attività dello sportello linguistico.

Tutte le attività verranno svolte nel Comune di Monserrato e nelle sue strutture.

Calendario settimanale dello sportello linguistico a partire dal mese di gennaio e fino alla conclusione del progetto, 30 novembre: sportellista dal lunedì al sabato Salvatore Sarigu 08.00 – 14.00

Presso la Casa della Cultura e la Monserratoteca.

Per quanto riguarda le attività di formazione in lingua sarda: i corsi di formazione in lingua sarda, 30 ore ciascuno, di I° e II° livello finanziati nel progetto sono 4: 2 corsi di livello base e 2 corsi di livello avanzato. I corsi di livello avanzato sono già partiti come prosegue al corso di primo livello chiuso a novembre 2023.

Per quanto concerne le attività culturali: visita guidate nei luoghi della cultura e del patrimonio ambientale, presentazione di libri in lingua minoritaria sarda, laboratori del fare per bambini e ragazzi e per anziani presso ludoteca e biblioteca e centro anziani.

Realizzazione di videoclip amatoriali sul territorio, con interviste e riproduzione fotografica, stampa e distribuzione degli opuscoli, segnalibro e calendari creati attraverso lo sportello linguistico.

Ultima sezione del progetto riguarda la toponomastica.

Il progetto mira ad effettuare una precisa ricognizione storica su tutta la toponomastica del territorio studiato (limitatamente all’importo finanziato). Particolare attenzione dovrà essere rivolta nel riuscire a ridare vita ai vecchi nomi delle vie e dei quartieri del paese grazie alla collaborazione degli anziani, artigiani e lavoratori ed ex amministratori del paese: quindi un’installazione e/o ripristino dei cartelli posti agli ingressi del paese, nelle vie e principali piazze, siti di interesse artistico e archeologico attraverso una cartellonistica bilingue sardo – italiana di pari evidenza grafica e conforme al codice della strada.


In questo articolo: