Monserrato, guerra aperta a chi abbandona i rifiuti e maltratta gli animali

Il comune rinnova la collaborazione con i Nogra per altri 12 mesi. 

“Un rinnovo più che dovuto – ha spiegato il sindaco Tomaso Locci – per una associazione che a livello volontaristico ci ha dato una grande mano d’aiuto nell’individuare i soggetti che inquinano e i vari reati ambientali

A Monserrato continua la lotta contro l’abbandono dei rifiuti e l’inosservanza delle norme per la tutela degli animali: il comune rinnova la collaborazione con i Nogra per altri 12 mesi.

“Un rinnovo più che dovuto – ha spiegato il sindaco Tomaso Locci – per una associazione che a livello volontaristico ci ha dato una grande mano d’aiuto nell’individuare i soggetti che inquinano e i vari reati ambientali.
Questa associazione ha acquisito il titolo di ispettore sanitario, ancora più importanti per la nostra amministrazione. Noi siamo orgogliosi, li ringrazio, come al comandante Zurru che li ha coordinati, alla polizia municipale e al settore ambiente: un gran lavoro svolto da tutti e tre i settori”.
Un importante ausilio per la tutela e la salvaguardia del territorio: i volontari affiancano il comandante Massimiliano Zurru e tutto il corpo della polizia municipale nell’importante, impegnativo e costante ruolo di vigilare e individuare i trasgressori: le violazioni accertate negli ultimi 6 mesi per l’abbandono di rifiuti sono 114 e quelle per omessa custodia e malgoverno di animali, compreso abbandono di deiezioni che imbrattano il suolo sono 26. Grazie alla collaborazione dell’associazione Nogra è stato verificato il possesso del microchip su circa 180 cani.


In questo articolo: