Migranti, Fdi: “Baraccopoli a Buoncammino e in viale La Playa”

Baraccopoli e abusivismo. Il risultato delle politiche sull’immigrazione in città. Salvatore Deidda, neodeputato Fdi contesta le dichiarazioni del Prefetto e del Questore

Baraccopoli e abusivismo. Il risultato delle politiche sull’immigrazione in città. Salvatore DEidda,, neodeputato Fdi contesta le dichiarazioni del Prefetto, del Questore e del consigliere regionale Busia, apparse oggi sulla stampa a seguito del Congresso del Sindacato di Polizia Siulp, in merito alla questione immigrazione, lasciano quantomeno perplessi.

“Solo qualche giorno fa” commenta il Deputato di Fratelli d’Italia Salvatore Deidda “la Corte dei Conti ha evidenziato gli esorbitanti costi che l’Italia deve affrontare per fronteggiare l’emergenza immigrazione.

E ciò, senza contare quelli sostenuti per le richieste di diritto d’asilo, oltre a quelli conseguenti alla proposizione dei ricorsi avverso il rigetto delle stesse domande: infatti, oltre il 50% delle richieste viene respinto e solo il 33% dei richiedenti ha diritto alla protezione internazionale richiesta. Molti, poi, diventano dei veri e propri “fantasmi”, vivono in baraccopoli improvvisate nella zona di Viale Buoncammino e La Playa, limitandosi ad operare come parcheggiatori e/o venditori abusivi, peraltro di merce contraffatta. Deve quindi respingersi ogni visione che tenda a minimizzare il problema, facendo credere che l’insicurezza sia il frutto di una mera percezione.

Le istituzioni preposte – conclude Deidda – dovrebbero prendere atto della posizione espressa dai cittadini lo scorso 04 marzo, i quali hanno chiaramente bocciato l’attuale politica migratoria, senza dimenticarsi la costante crescita degli episodi criminosi che vedono impiegati, a vario titolo, immigrati irregolari”.


In questo articolo: