“Mia cugina morta in Germania, aveva 28 anni: aiutateci a riportarla a Sanluri per il funerale”

L’appello dei parenti di Silvia Congia: “È morta sabato scorso, probabilmente stroncata da un infarto. Lavorava in una pizzeria a Braunschweig. La famiglia non naviga nell’oro, abbiamo bisogno di 8500 euro per poter riportare la sua salma in Sardegna: aiutateci”. CONDIVIDIAMO TUTTI per aiutare!!

Una giovane sarda morta in Germania e un sos, da parte dei parenti, per riportare la sua salma a casa, in Sardegna, a Sanluri. Silvia Congia “è morta sabato scorso. Viveva a Braunschweig da circa quattro anni, lavorava in una pizzeria. Lì ci sono anche quattro dei suoi cinque fratelli”, spiega Michela, una delle cugine. Su una nota piattaforma online di raccolta fondi ci sono due richieste: “Riportiamo Silvia a casa”. Una raccolta è stata organizzata dalla stessa Michela, l’altra “da un altro cugino, Andrea. Abbiamo avviato una raccolta fondi per riportare nostra cugina nella nostra comunità. Una piccola donazione o anche una condivisione, aiuterebbe la famiglia a esprimere il loro desiderio, riportarla a casa e farla riposare nel suo paese d’origine. Se qualcuno non riesce a fare la donazione può effettuarla su questo IBAN: IT90C0101543970000070163263 INTESTATARIO: CARLO CONGIA CAUSALE: DONAZIONE FUNERALE SILVIA”.
“I genitori, Marisa Mandis e Carlo Congia, sono d’accordo con la raccolta fondi: chi può ci aiuti”.