Medau accelera sul Puc: “Entro un anno Pula avrà il suo Piano Urbanistico Comunale”

Il sindaco della Città metropolitana di oggi di Cagliari Online è Carla Medau di Pula : “Riqualificazione del centro urbano e maggiore capillarità degli insediamenti turistici in tutto il territorio nella massima tutela del patrimonio paesaggistico ambientale. Chiudiamo un processo avviato da anni che disegnerà finalmente il futuro della città”

Ospite oggi  nella rubrica di Cagliari Online dedicata ai sindaci della città metropolitana,  Carla Medau, sindaca di Pula. Al  secondo mandato,  dopo la sfiducia lo scorso aprile di alcuni consiglieri della sua maggioranza. Rieletta con maggioranza bulgara dai pulesi a maggio,  Medau  traccia gli obiettivi principali da conseguire a breve termine.

In primis la chiusura del Puc. Entro un anno.  “Il Comune di Pula ha una serie di potenzialità da valorizzare, per farlo è necessaria l’adozione dell’importante strumento urbanistico, un processo già avviato da tempo con grande lavoro dei nostri uffici e di professionisti, che non intendiamo bloccare- spiega la sindaca. Che significa  riqualificazione del centro urbano e maggiore capillarità di insediamenti turistici non solo sul versante di Santa Margherita ma su tutto il territorio, e alle zone che ancora oggi necessitano di completamento urbanistico.”

Uno strumento di pianificazione dunque strettamente legato a una delle voci più importanti dell’economia di Pula: il settore turistico. Dopo una stagione con numeri importanti che vede ancora oggi a metà ottobre la presenza di numerosi turisti che affollano le spiagge e il centro. “Obiettivo proteggere e tutelare il nostro enorme patrimonio ambientale ma alla stesso tempo creare le opportunità per spingere il nostro punto forte: il turismo in sinergia con la promozione del territorio, della nostra identità e delle nostre eccellenze in un percorso esperienziale. Con la città metropolitana, inoltre, stiamo puntando al progetto per il cammino di Sant’Efisio, che prevede uno straordinario percorso naturalistico da percorrere 12 mesi l’anno che porterà a far conoscere territori ad oggi meno noti ai turisti”.

Ma l’obiettivo principale per la sindaca e la sua amministrazione è dotare finalmente Pula del Puc con “uno strumento chiaro e preciso su cosa vuole diventare Pula da qui a trent’anni.”

 

 


In questo articolo: