Malamovida a Cagliari, “multe anche ai gestori che sgarrano: la città è più tranquilla”

Primi fine settimana con più agenti in giro, l’assessore alla Sicurezza Tack: “Regole chiare, ora facciamo capire ai giovani i problemi dell’alcol e spero che il prossimo weekend ci siano meno assembramenti”

“Non si tratta di intraprendere una guerra contro le attività produttive, sono iniziative che servono anche a tutelare chi lavora ma nel rispetto delle regole e quindi andiamo a sanzionare chi pone in essere attività illecite che vanno a danneggiare i giovani e i colleghi che invece rispettano le regole e lavorano nella maniera corretta.
Le regole – spiega l’assessore Carlo Tack  a Radio Casteddu – parlano chiaro e non viene sanzionato solo il gestore.
La città è tranquilla, ci sono fenomeni di malamovida, li stiamo affrontando e, rispetto al passato, ora con la giunta Truzzu c’è più attenzione. Sono relativamente soddisfatto di quello che stiamo facendo”.
Importanti iniziative per tutelare i giovani come quella degli educatori di strada: “L’alcol è un problema che a lungo termine bisogna risolvere con interventi di prevenzione per i ragazzi, per far capire i rischi ai quali vanno incontro con l’abuso di alcol soprattutto se si mettono anche la guida dopo aver bevuto.
È un programma di collaborazione e i commercianti che rispettano le regole sono i primi ad avere interesse a fare i controlli.  A noi dispiace sanzionare chi sgarra, che queste misure vadano a colpire i lavoratori ma chi sgarra non può non essere sanzionato.
L’augurio è che quanto successo serva di lezione e che il prossimo weekend ci sia più responsabilità da parte di chi ha attività in zone così sensibili e che questa maggiore sensibilità e attenzione aiuti ad avere, in futuro, minori assembramenti e meno ragazzi che si accalcano a bere in quelle zone”.


In questo articolo: