Madre e figlio di 3 anni morti carbonizzati in auto: dopo 30 anni chiesta la riapertura del caso Malatesta

Il figlio dell’avvocato Pietro Fioravanti, difensore storico di Pietro Pacciani è stato incaricato da Luciano Malatesta, fratello di Milva, di indagare sulla morte della sorella, del nipotino e del padre. A fare da sfondo gli oscuri legami con i delitti del “Mostro di Firenze”.

Il 20 agosto 1993, la 31enne Milva Malatesta e il figlioletto di appena 3 anni vennero rinvenuti completamente carbonizzati all’interno della Panda della donna, in una radura del Comune di Barberino di Val d’Elsa. Milva era la figlia di Renato Malatesta e di Maria Antonietta Sperduto. Lui fu trovato impiccato il 24 dicembre 1980 con i piedi che toccavano il pavimento, mentre Maria Antonietta Sperduto, residente a Sambuca, è nota per aver accusato Mario Vanni e Pietro Pacciani di violenze sessuali nei suoi confronti e di violenze fisiche nei riguardi del marito.

In questi giorni l’avvocato Alessio Fioravanti, figlio di Pietro Fioravanti, lo storico difensore di Pacciani, ha presentato un’istanza di riapertura e unione delle indagini per la morte di Milva Malatesta e del figlio Mirko, per i delitti del “Mostro di Firenze” e per quelli delle prostitute fiorentine avvenuti negli anni ‘80.  Fioravanti è stato incaricato da Luciano Malatesta, fratello di Milva, di indagare su tutte queste morti.

Un filo sottile collegherebbe Pietro Pacciani, i delitti del “Mostro di Firenze”, quelli di Mirko, Milva, Renato Malatesta e delle prostitute fiorentine.

Pacciani e Vanni, spiega Fioravanti, potrebbero essere “soltanto un’ancora dinamica intorno alla quale si muoveva la mano dei veri assassini. Abbiamo trovato un elemento incontrovertibile che mette in relazione una delle vittime del Mostro di Firenze con una delle prostitute uccise in quegli anni”. “Questo  – continua – confermerebbe quanto già detto da mio padre nel 2002: che Pacciani gli aveva riferito che queste morti erano tutte collegate tra di loro”. 

“Ora – conclude l’avvocato – non ci resta che attendere, confidando che la procura di Firenze apra un fascicolo in merito agli elementi che abbiamo riscontrato”. 

 

[email protected]

 

NERO COME LA CRONACA, il programma dedicato alle ultime notizie di cronaca nera dall’Italia e dal mondo, va in onda ogni mercoledì e venerdì alle 08:20, 10:20, 17:20, 23:20, 01:20 e in replica lunedì, martedì, giovedì e sabato su RADIO CASTEDDU ONLINE.